SCIENZA A SCUOLA

Esperienze scolastiche


Max Born nasce a Breslau il 11 Dic 1882, da Gustav Born, professore di anatomia e embriologo, e da Margarete Kauffmann, figlia di industriali della Slesia.

Frequentò l'istituto König Wilhelm a Breslavia e continuò i suoi studi presso l'Università di Breslavia (dove venne introdotto al calcolo matriciale), di Heidelberg, di Zurigo e Göttingen. In quest'ultima sede approfondì le conoscenze di matematica con Klein, Hilbert, Minkowski e Runge, e studiò pure astronomia con Schwarzschild, e la fisica con Voigt.

Per un breve periodo si trasferì a Cambridge, per studiare con Larmor e J.J. Thomson. Tornò a Breslau nel corso degli anni 1908-1909, dove studiò pure la teoria della relatività.

A conclusione della prima guerra mondiale, nel 1919, Born fu nominato professore presso l'Università di Francoforte sul Meno ed ebbe come assistente Otto Stern.

Max Born fu professore a Gottinga nel 1921, dove rimase per dodici anni. Tra i suoi collaboratori ebbe tra gli altri Heisenberg, Fermi, Oppenheime. Durante gli anni 1925 e 1926 pubblicò, con Heisenberg e Jordan, le basi di un teoria della meccanica quantistica basata sulle matrici e subito dopo, una interpretazione statistica della meccanica quantistica.

Come tanti altri scienziati tedeschi, fu costretto ad emigrare nel 1933, ed insegnò a Cambridge.

Max Born ricevette numerosi riconoscimenti per il suo lavoro scientifico, tra i quali la medaglia Stokes di Cambridge, il Max-Planck-Medaille der Deutschen Gesellschaft Physikalischen; la Medaglia Hughes della Royal Society di Londra, e nel 1954 il premio Nobel per la Fisica.


Max Born
 
Born ritira il premio Nobel (1954)