Percorso Storico Scientifico sulla Pluralità dei Mondi

ARE WE ALONE? - PERCORSO STORICO SCIENTIFICO SULLA PLURALITA' DEI MONDI

L'astronomia ha cessato di essere una scienza astratta, riservata solo a un piccolo numero di praticanti. É divenuta popolare. La conoscenza del sistema del mondo è accessibile a tutte le intelligenze. Lo studio dell'universo è interessante e importante.
L'astronomia abbraccia nel suo studio l'insieme dell'universo. Ognuno comprende che bisogna avere almeno una nozione elementare di questo insieme per saper valutare il nostro mondo nel suo giusto valore, non prendendolo più come centro e fine della creazione, né mantenere le fallaci idee basate per tanti secoli su questa antica illusione.
Senza l'astronomia non è possibile ragionare correttamente né in filosofia, né nella religione, e nemmeno in politica. Perché il destino dell'uomo non è lo stesso se la terra costituisce da sola l'universo, o se essa è solo un punto impercettibile sperduto nel Grande Tutto.
(Camille Flammarion, La pluralità dei Mondi Abitati - 1875)

Personaggi

Agli albori della cività la descrizione della struttura dell'universo e dell'origine degli esseri viventi appare rappresentata nelle mitologie, che presentano significative affinità anche per popoli che non hanno interagito tra di loro.
Iniziamo il racconto con i presocratici, cioè con i filosofi-scienziati della Grecia del 600-500 a.C, passando poi per intellettuali romani o vissuti sotto l'Impero romano, come Plutarco e Luciano.

Un salto oltre il MedioEvo con il ruolo determinante delle riflessioni di Giordano Bruno che influenzeranno le idee di Galileo e di Huygens. Tra di essi la figura un poco enigmatica di Keplero.
Un'analisi di alcuni scritti di letterati, pure influenzati dalle nuove idee di Copernico e che per divulgarle sostengono l'abitabilità di tutti i corpi celesti conosciuti (Fontenelle, Cyrano de Bergerac).
La parte finale vede entrare in campo astronomi affermati che, ribadendo le idee del passato sono portati a sostenere l'abitabilità dei mondi grazie alle osservazioni con i nuovi grandi telescopi che evidenziano particolari similitudini tra la Terra e gli altri pianeti (Schiaparelli, Flammarion).
Questo tema diventa di un certo interesse scientifico dopo la scoperta e l'osservazione di pianeti extrasolari, di cui si analizzano gli aspetti scientifici.

Materiali

Ogni autore è presentato attraverso un proprio testo rappresentativo, di cui si introducono alcune parti, che è possibile ritrovare dentro il sito oppure presso siti che offrono testi privi di copyright.
I testi sono presenti nel formato .pdf o anche, per alcuni di loro, nel formato epub, per gli ebook-reader.
Come sottotraccia di questo percorso ci sono ovviamente le diverse teorie dell'universo che storicamente sono state introdotte: I miti della creazione dell'universo, Tolomeo, Copernico.